Assemblea anno 2001

Categoria: Assemblee
Pubblicato Martedì, 10 Dicembre 2013 06:03
Scritto da Webmaster
Visite: 1587

Sono state reperite sia la relazione del Direttivo che il Verbale dell'Assemblea


Relazione del Direttivo

Cari Soci,
 
Nell’aprire questa mia prima relazione all’Assemblea dei soci desidero rivolgere un saluto riconoscente a chi mi ha preceduto alla Presidenza e ha seguito con passione e competenza le numerose e delicate fasi necessarie per trasformare il Centro in un’Associazione di volontariato. Avrei voluto che Mario Sica oggi fosse qui con noi per ringraziarlo personalmente ma i suoi nuovi e prestigiosi impegni di Ambasciatore d’Italia al Cairo non glielo hanno permesso, nonostante il suo desiderio.
 
Insieme a lui desidero ricordare e ringraziare anche tutti i presidenti e componenti dei Consigli Direttivi che si sono alternati alla direzione del Centro che hanno raccolto e custodito con amore il grande patrimonio storico ed educativo che possediamo.
 
Un segno di riconoscimento e di gratitudine desidero rivolgere anche alle associazioni scout AGESCI, CNGEI e MASCI, in particolare ai loro dirigenti nazionali e a quelli della Regione Liguria, per l’interesse con cui seguono il nostro cammino assicurando il contributo finanziario indispensabile alla vita del Centro.
 
A queste Associazioni e ad altri amici soci sono grato per la fiducia che mi è stata concessa nel ricoprire questo ruolo che, se da un lato è causa di preoccupazione per le responsabilità che comporta, dall’altro è motivo di grande soddisfazione sia per la passione che mi lega da quasi cinquant’anni allo scautismo, sia per l’interesse che ho sempre avuto per la sua storia, non solo nei suoi aspetti educativi ma anche per quelli legati alla sua cultura materiale. Per fortuna sono affiancato in questo incarico da ottimi componenti del Consiglio Direttivo, con i quali è stato possibile costituire un affiatato gruppo di lavoro, grazie al comune interesse per lo scautismo e la sua storia integrando le diverse origini associative.
 
Il resoconto che presento in questa sede, anche a nome del Consiglio Direttivo, si riferisce ad un periodo piuttosto breve, poco meno di sette mesi, che è stato caratterizzato da una fase di indispensabile rodaggio e di passaggio istituzionale che ha comportato un notevole impegno per avviare il nuovo corso. Lo dimostrano i numerosi incontri del Consiglio Direttivo ben quattro nel periodo considerato, nei quali, come cercherò di illustrare successivamente, si è cercato di acquisire elementi di conoscenza sull’attività svolta in precedenza, al fine di potere individuare gli obiettivi prioritari su cui muoversi.
 
Al di là della buona volontà, come è facile comprendere, in un periodo così limitato ed in una fase di transizione non è stato molto quello che si è potuto fare, anche se riteniamo che possa essere significativo come primo segno, interno all’Associazione ed esterno, di vitalità e di volontà per l’avvio di imprese future. Ecco, raccolti per argomenti, i principali settori d’intervento sui quali abbiamo operato:
 
Aspetti legali
Abbiamo istruito la pratica per l’iscrizione all’Albo Regionale Ligure delle associazioni di volontariato, passo indispensabile per essere riconosciuti ed ottenere finanziamenti sulla base di progetti specifici e sono stati presi contatti con uffici competenti per conoscere la normativa esistente e le procedure necessarie da avviare.
 
Sede del Centro
Abbiamo avuti incontri con l’Amministrazione della proprietà per la definizione di alcuni problemi rimasti in sospeso da tempo (consegna delle chiavi dei locali, pagamento dell’affitto arretrato, rapporti di vicinato, ecc.).
 
Rapporti con i soci
A tutti i soci, che attualmente sono 188, in regola con il pagamento della quota annuale e stata inviata la prima tessera della nuova Associazione con l’immagine di S. Giorgio. presa da un’incisione di Arnaldo Roversi, che si trova nella copertina de “ Lo scout italiano”, del 15 aprile 1924.
Insieme con la lettera di accettazione dei soci è stata inviata in omaggio una cartolina, stampata dalle Edizioni scout-Nuova Fiordaliso con la collaborazione dell’AISE (Associazione italiana di scout filatelia) in occasione del centenario dei primi francobolli scout, con l’immagine di Baden-Powell, emessi nell’aprile del 1900 a Mafeking.
In occasione di questa Assemblea è stato stampato un Notiziario, il primo della nuova Associazione, nel quale sono contenuti oltre alle notizie relative alla vita associativa anche articoli e fotografie su temi storici desunti da documenti inediti, contenuti nel nostro archivio.
 
Informatizzazione
Con la collaborazione di esperti è stata fatta una prima ricognizione dello stato dei lavori precedenti ed individuato un primo progetto d’intervento di cui si sta verificando la fattibilità in relazione ai costi prevedibili ed al personale specializzato necessario. Sono stati avviati primi contatti con il Centro Studi dell’AGESCI per conoscere il sistema di catalogazione informatico utilizzato, al fine di poter realizzare una rete unica fra i vari Centri Studi e Archivi scout.
 
Promozione
Abbiamo realizzato un depliant, che contiene una descrizione dettagliata del materiale esistente e delle finalità dell’Associazione, illustrato con foto storiche, per farci conoscere di più e da distribuire in occasione di incontri delle varie associazioni scout. E’ stata inviato a tutti i soci ed è stato distribuito ai partecipanti al Consiglio Generale dell’AGESCI e alla Tavola Rotonda, illustrata successivamente.
E’ stato chiesto alle riviste delle Associazioni scout ed a quella del MASCI di pubblicare un articolo di presentazione dell’Associazione; fino ad ora sono apparsi articoli su “Proposta Educativa”, rivista per i capi AGESCI, e su “Scautismo in Liguria”, pubblicato dall’AGESCI, che ospita al suo interno anche il notiziario del MASCI. E’ in via d’ultimazione l’apertura di un servizio e-mail e di un sito specifico dedicato all’attività dell’Associazione. Per caratterizzare meglio la nostra identità, all’interno dei vari centri studi scout esistenti ed all’esterno, pur lasciando immutata la denominazione ufficiale (Associazione Centro Documentazione e Studi Mario Mazza), abbiamo ritenuto utile aggiungere alcune varianti, come la parola “scout” dopo Centro Studi e Documentazione e l’introduzione della scritta “Archivio storico dello scautismo”. Queste soluzioni, sono contenute nel depliant, nella carta intestata e nel Notiziario, tutti rinnovati nella vesta grafica, pur nella continuità di quella preesistente.
 
Manifestazioni
Abbiamo collaborato all’organizzazione di una Tavola Rotonda sul tema “L’avventura tra virtuale e reale” che ha avuto luogo a Bologna, il 6 aprile, nell’ambito della Fiera del libro per ragazzi e in occasione dell’uscita del libro di Piero Bertolini e Vittorio Pranzini, “Pedagogia scout - Attualità educativa dello scautismo”, pubblicato dalle Edizioni scout­Nuova Fiordaliso. L’invito a partecipare è stato inviato a tutti i soci, alcuni dei quali erano presenti assieme ad un numeroso pubblico che ha seguito con grande interesse il dibattito. Nella cartellina distribuita ai partecipanti è stato inserito anche il nostro depliant, che si trovava anche a disposizione dei visitatori nello stand delle Edizioni scout, all’interno della fiera.
 
Donazioni libri e tesi
La Nuova Fiordaliso ha donato all’Associazione tutte le opere inserite nel proprio catalogo che mancavano alla nostra biblioteca, impegnandosi contemporaneamente ad inviare gratuitamente e sistematicamente, tutte le nuove pubblicazioni. Ha inoltre donato quasi 50 tesi universitarie su argomenti scout, discusse in varie università italiane, e presentate in occasione di due Borse di Studio. Si tratta di un materiale particolarmente utile per i ricercatori, che unito a quello già esistente, costituisce un fondo ragguardevole per avere una panoramica particolarmente ampia degli argomenti scout trattati negli atenei italiani.
 
Segreteria
Come avete potuto notare dalla corrispondenza e dalla tessera di socio l’indirizzario è stato informatizzato, rendendo più veloci e agevoli le pratiche di spedizione.
In questa fase iniziale del nostro impegno i vari interventi sono stati rivolti prevalentemente ad assicurare la continuità, cercando di dare visibilità, all’interno ed all’esterno, della vitalità dell’Associazione migliorando la comunicazione anche grazie all’utilizzo dell’informatica.
Abbiamo cercato di porre le basi per la costruzione di un progetto di attività triennale che contiene i principali obiettivi dell’attività futura.
Sul piano economico, come potete vedere dalla relazione finanziaria, la situazione è certamente migliorata rispetto al passato, grazie alle quote sociali, specialmente quelle vitalizie. l’attuale gettito non è comunque sufficiente per avviare iniziative particolarmente onerose come quelle relative alla informatizzazione quindi sarà necessario, cosa peraltro già prevista, chiedere finanziamenti pubblici e sponsorizzazioni.
Prima di concludere la relazione desidero porre alla vostra attenzione queste parole di B.P. “Nel vostro passaggio in questo mondo, che ve ne accorgiate o no, state lasciando dietro di voi una traccia”.
Trovo questa frase abbastanza esplicativa della missione che ci è stata affidata in quanto abbiamo il difficile compito di fare in modo che le tante tracce lasciate dallo scautismo in quasi cent’anni, non si perdano ma, grazie a noi, sia possibile riscoprirle e mantenerle vive perché, a loro volta, siano di guida per chi affronta oggi il cammino scout e lascia tracce per coloro che lo affronteranno domani.


Verbale dell'Assemblea

Domenica 10 giugno 2001, nel salone dell’istituto Brignole Sale-Negroni di Genova, nei cui locali ha sede l’Associazione, si è tenuta la in seconda convocazione (essendo andata deserta la prima convocazione) l’annuale Assemblea dei Soci,.
 
Verificata la presenza del numero legale (sono presenti di persona o per delega valida 53 Soci regolarmente censiti), alle ore 11,20 sono stati iniziati i lavori con il seguente O.d.G.:
 
1. Elezione del Presidente dell’Assemblea.
2. Relazione del Presidente del Consiglio Direttivo.
3. Illustrazione del Progetto Triennale.
4. Proposta di modifiche al Regolamento per armonizzare alcuni articoli con lo Statuto.
5. Relazione finanziaria relativa al primo semestre 2001.
6. Elezione del Collegio dei Revisori dei Conti.
7. Varie ed eventuali.
 
1) Viene eletto Presidente dell’Assemblea Giancarlo Volpato ed. nominato segretario Ilario Cuoghi.
 
2) Viene presentata la relazione del Presidente dell’Associazione, preceduta da un particolare riconoscimento e ringraziamento all’opera di Mario Sica, assente per importanti impegni professionali che lo hanno chiamato all’estero, che lo ha preceduto nell’incarico per il periodo precedente. La relazione, che viene integralmente riportata in “Allegato A”, è approvata all’unanimità dall’Assemblea.
 
3) Interviene Simone Zanetti (membro del Consiglio Direttivo) per presentare il progetto di informatizzazione che è stato lanciato ed in particolare quanto già realizzato per la diffusione dell’immagine e dei contenuti dell’Associazione, attraverso l’apertura del Sito Internet.
 
Interviene Vittorio Pranzino rilevando che, dei 188 soci iscritti, solo 114 risultano in regola con il versamento della quota per l’anno in corso; l’intervento prosegue con la presentazione del Progetto Triennale i cui punti salienti sono:
a) l’armonizzazione della catalogazione secondo i sistemi delle Biblioteche Nazionali e l’informatizzazione degli archivi;
b) rendere più facilmente accessibile all’esterno la conoscenza del patrimonio documentale conservato;
c) entrare negli spazi delle biblioteche per ragazzi.
 
Il Progetto viene approvato all’unanimità dall’Assemblea.
 
4) La Proposta di modifiche al Regolamento per armonizzare alcuni articoli con lo Statuto viene ritirata dalla discussione in quanto, secondo statuto, di competenza del Consiglio Direttivo.
 
5) Viene illustrata la situazione finanziaria aggiornata al primo semestre 2001 che si riporta integralmente in “Allegato B”.
 
6) Per la mancata presentazione delle liste dei candidati, si decide di rinviare alla prossima Assemblea l’elezione del “Collegio dei Revisori dei Conti”.
 
7) Seguono gli interventi di alcuni Soci, che si riportano per sommi capi
 
—  Giovanni Caluri (Torino) fornisce informazioni sulle possibilità e modalità di accesso a finanziamenti messi a disposizione dalla C.E. (Commissione Europea) per i progetti culturali.
—  Attilio Favilla (Livorno), nel presentare le potenzialità e limiti in cui opera l’attuale Consiglio Direttivo per lo sviluppo dell’Associazione, invita tutti a presentare scritti ed articoli da pubblicare sul Notiziario.
—  Emilia Bagnasco (Genova) comunica la pubblicazione di un suo libro e propone che l’archivio AGI sia messo a disposizione del Centro.
—  Fulvio Janovitz (Firenze) comunica la prossima uscita di un suo libro, i cui diritti d’autore saranno devoluti all‘Associazione.
—  Giancarlo Coletti (Roma) da disponibilità per mettere a disposizione presso la propria libreria il materiale promozionale del Centro “M. Mazza”.
—  Ilario Cuoghi (Genova) evidenzia la necessità di ricercare nuovi Soci attraverso la promozione negli ambienti Scout di provenienza.
—  Mauro Porcelli (Genova) caldeggia la promozione del Centro “M. Mazza” verso i giovani ed auspica che iniziative perché diventi un “punto d’incontro di persone” oltre che punto di raccolta della memoria scout.
—  Walter Trumpy (Genova) evidenzia la necessità di far conoscere e promuovere l’Associazione su tutto il territorio nazionale, in particolare al sud.
—     Paolo Linati (Varese) propone di organizzare una giornata di studio su di un periodo specifico e particolarmente forte della storia dello scoutismo.
—      Giancarlo Volpato (Genova) rammenta di sfruttare l’occasione del 2004, in cui Genova sarà “Capitale della Cultura” facendo in modo che il Centro “M. Mazza” sia presente all’evento con una sua proposta.
 
Alle ore 12,55, esauriti gli argomenti all’O.d.G., si dichiara conclusa l’Assemblea.

Torna all'inizio