Assemblea anno 2008

Categoria: Assemblee
Pubblicato Domenica, 15 Dicembre 2013 08:43
Scritto da Webmaster
Visite: 2319

E' stata reperita sia la relazione del Direttivo che il verbale dell'Assemblea


Relazione del Consiglio Direttivo

1. CONSIGLIO DIRETTIVO E COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
 
Cari Soci,
 
innanzitutto vi do un caloroso benvenuto a nome personale e di tutto il Consiglio Direttivo a questo tradizionale appuntamento annuale per verificare insieme le attività realizzate nel corso dell’anno sociale 2007 e per illustrarvi il piano di sviluppo che intendiamo perseguire nel periodo del nostro nuovo mandato.
 
Come già sapete nel corso dell’anno 2007 si sono svolte due assemblee:
•          quella ordinaria in marzo per approvare, come richiesto dallo Statuto, il bilancio consuntivo 2006 e preventivo 2007
•          quella straordinaria in ottobre per il rinnovo di tutte le cariche sociali Consiglio direttivo, Collegio dei Revisori dei Conti, Collegio dei Probiviri).
 
Sottoponiamo ora, alla vostra attenzione, i principali settori d’intervento suddivisi per argomento
 
ANNO SOCIALE 2007- consuntivo
L’anno sociale 2007 è stato caratterizzato dalla attività inerente alla realizzazione della mostra fotografica per le celebrazioni del Centenario della nascita dello scautismo anche se questa gravoso impegno non ci ha distolto dalla attività corrente e da quanto previsto nel budget preventivo approvato lo scorso anno.
Nel corso di questo anno il Consiglio Direttivo si è riunito cinque volte con la presenza di quasi tutti i consiglieri. Sono stati trattati argomenti relativi al funzionamento del Centro Studi, alle realizzazione delle diverse attività previste dal programma.
 
A questi incontri sono stati invitati i Revisori dei conti che hanno avuto modo di prendere visione dei registri contabili, redigendo un apposito verbale come richiesto dall’art. 14 dello Statuto.
 
2.         SOCI DELL’ASSOCIAZIONE
Il numero dei soci regolarmente iscritti al 31 dicembre è di 161 (di cui 18 vitalizi)
E’ continuata l’attività di recupero di quei soci, che a vario motivo, negli anni scorsi non hanno più aderito alla nostra associazione.
 
3.         INIZIATIVE REALIZZATE
Mostra fotografica 2007
Della mostra vi abbiamo ampiamente relazionato negli incontri precedenti in merito ai contenuti e modalità di realizzazione.
Vogliamo qui sottolineare interesse che ha suscitato, in tutti i luoghi dove è stata allestita, per avere dato una visione globale e nello stesso tempo particolareggiata dello scautismo sia attraverso le fotografie che il percorso contenutistico.
La mostra, nelle due versioni, ha viaggiato per tutta le penisola fermandosi in 51 città, toccando tutte le regioni e il suo percorso e continuato anche nel corso del 2008..
 
Mostra fotografica per le scuole
Trattasi di una mostra ridotta sia nel numero dei pannelli che nelle dimensioni rispetto a quella ufficiale e destinata alle scuole, in relazione all’accordo tra la FIS ed il Ministero della Pubblica Istruzione per fare conoscere lo scoutismo.
La mostra, in due versioni, è stata allestita, per ora, in 14 istituti di diverse regioni ( dalla scuola primaria a quella secondaria di 1° 2°grado).
 
Per vostra informazione unitamente alla mostra si è svolta, tra gli istituti che ne hanno aderito, un concorso sul tema “si impara da piccoli a diventare grandi” che ha visto nel giorno 22 febbraio a Bagni di Lucca la sua conclusione con la premiazione dei vincitori
 
Catalogo della mostra
Realizzato in 5000 copie ripercorre in un formato semplice ma accattivante il percorso della mostra fotografica.
E’ stato presentato a Genova il 22 febbraio dello scorso anno in occasione del Convengo Masci e della apertura ufficiale del Centenario.
 
4.         ATTIVITA’ DEL CENTRO
Segreteria
Questo settore costituisce il servizio più importante alle associazioni scout e continua ad essere quello più richiesto e conosciuto. Come già accennato lo scorso anno, l’attività è ripresa con vitalità grazie anche alla presenza giornaliera quasi costante di tre/quattro volontari..
 
Vi riportiamo come sempre un quadro delle attività svolte:
-        I visitatori per ricerche sono stati 311, dei quali 96 per la ricerca di documenti per tesi di laurea su argomenti scout, 125 sulla storia dello scautismo e 90 per semplici consultazioni alla biblioteca ed emeroteca
-        numerose sono state le chiamate per informazione tramite mail o telefono inerenti in massima parte alla richiesta di copie di censimenti e, in parte, di copie di riviste e di fotografie
-        è stata aggiornata la catalogazione dei libri scout e delle riviste scout nazionali che ora è possibile consultare anche sul sito web
-        è continuato il lavoro di riordino e catalogazione dell’archivio di proprietà del Centro Studi relativamente a materiale Agesci dal 1974 al 1988, ai bollettini Agesci delle regioni dal 1974 al 2000; ai fondi personali di adulti scout del Masci
 
Presenze del Centro:
-               a Trevano ( Canton Ticino ) per la tavola rotonda “la fusione in una unica associazione” su invito di AGET e AEES
-        Fornito foto e documenti sullo scautismo ungherese alla mostra Budapest 1958 tenuta a Palazzo Ducale - Genova
-        Mostra storica filatelica presso la sede Cngei con emissione filatelica
-        Attività culturale con scuole medie del “golfo paradiso” tenuta a Sori
-        Partecipazione al dibattito sullo scoutismo al teatro Civico di Alessandria
-        Assistenza a campo scuola Agesci
-        Mostra del centenario a Chiavari
-        Presenza a Oleggio con Agesci locale per intitolazione di una via a Carlo Colombo fondatore Cngei) e per conferenza presso il teatro civico
-        Chiusura a Genova e a Bagni di Lucca delle celebrazione del Centenario
 
Presenze al Centro
-        Assemblea regionale Agesci
-        Assemblea regionale Masci
-        Comunità Masci di Seregno
-        Capi e Dirigenti Cngei di Arco di Trento
-   Capo scout Agesci
 
Documenti/foto
-       Recuperato archivio fotografico Agesci Busalla 1° e Cngei Rapallo 1°
-       Archivio Cngei di Savignone
 
5. SITUAZIONE FINANZIARIA
Il consuntivo dell’anno 2007 viene esposta sia per la gestione ordinaria che per quella straordinaria delle attività del centenario
 
•          Gestione ordinaria
La gestione si chiude con uno sbilancio negativo di 3029 confermando in parte quanto previsto nel preventivo anche se con variazioni nelle poste
In particolare abbiamo registrato:
-       minore entrate per diritti d’autore
-       maggiori entrare per rimborsi
-       maggiori uscite per segreteria, postali, riviste, investimenti per macchine d’ufficio
-       minori uscite per rimborsi spese, rivista “tracce scout”
 
•          Gestione straordinaria
La gestione presenta un saldo positivo di 4275,00 € prevedendo l’incasso delle ultime quote dei finanziamenti che verranno onorati nel corso di quest’anno
 
Al di là dell’evento straordinario della mostra fotografica rimane, come evidenziato nelle assemblee precedenti, la criticità della gestione ordinaria dove le entrate, ormai stabili da anni, non riescono a far fronte alle uscite che sono essenzialmente imputabili al costo della attività corrente (lavoro, affitto, postali, telefoniche)
 
6.         CONCLUSIONI
Come già indicato lo scorso anno ritengo che con un piccolo sforzo finanziario da parte dei tre Soci fondatori ( richiesta peraltro gia fatta in più riprese) ), sia possibile migliorare la situazione finanziaria e permettere conseguentemente lo svolgimento delle attività correnti e delle attività previste dal piano di sviluppo, pur non rinunciando da parte nostra di continuare a chiedere contributi e/o finanziamenti a Enti vari, banche...
 
PIANO DI SVILUPPO
L’attività del nuovo Consiglio in questi primi mesi si è concentrata sulla analisi della situazione del Centro e sulla scelta di pochi ma concreti interventi da realizzare nell’arco del nostro mandato e che fossero in linea con gli obiettivi della Associazione:
 
Le aree d’intervento sono state individuate nella:
•          realizzazione del museo
•          archiviazione dei documenti
•          centenario dello scautismo italiano nel 2010
 
La realizzazione del museo
Ci è sembrato che questo lavoro fosse importante per gli scout e le guide affinché, attraverso gli oggetti di vita associativa, passano ripercorrere la storia dello scautismo.
Per la sua realizzazione abbiamo chiesto l’aiuto di persone esperte nel campo museale.
Ci siamo dati l’impegno di completare i lavori entro la fine del corrente anno.
 
L’archiviazione dei documenti
Abbiamo previsto due attività che potrebbero anche viaggiare contemporaneamente:
-         completare al più presto la catalogazione dei documenti relativi ai fondi messi a disposizione del Centro Studi
-         in collegamento con il Centro Studi Agesci, stendere, un piano di informatizzazione del materiale presente ben sapendo che l’attività comporta investimenti significativi e non è più procrastinabile
 
Il centenario dello scautismo italiano
L’impegno che ci siamo presi è di offrire alle Associazioni di riferimento un percorso per scoprire le tappe che hanno portato alla nascita dello scoutismo in Italia.
Progetto quanto mai ambizioso ma siamo convinti che il nostro Centro Studi possa realizzarlo per i preziosi documenti presenti.
Per aiutarvi in questo percorso abbiamo pensato di utilizzate la nostra rivista ‘tracce scout” come elemento di informazione nella veste che oggi avete nelle vostre mani.
 
A questi temi prioritari si affiancherà l’attività ordinaria di supporto ai soci, ai capi, ai ragazzi e a ricercatori per conoscere la storia dello scautismo.
 
BILANCIO 2008
Il conto economico preventivo è stato costruito sulla base di attività ordinarie e quindi non comprende spese e/o investimenti per la realizzazione della informatizzazione che sarà oggetto di un progetto specifico che dovrà trovare i necessari finanziamenti e del quale vi terremo al corrente.
Le entrate rispecchiano quelle dello scorso anno così come le uscite. Si prevede un risultato d’esercizio negativo di 488,00 €


 

Verbale Assemblea ordinaria

Prima dell'assemblea vengono presentati due filmati relativi al Jamboree ed al centenario.
 
Subito dopo il Presidente del Centro Studi propone Presidente dell'assemblea Basso Claudio e Segretario GianPaolo Mantero.
L'assemblea accoglie la proposta.
 
Si legge l'ordine del giorno della convocazione:
 - approvazione del verbale del consiglio precedente
- relazione del presidente - bilancio consuntivo e preventivo
- situazione progetto centenario volta al termine.
 
Viene approvato dall'assemblea il verbale dell'assemblea precedente da più giorni esposto presso l'albo della sede del Centro Studi.
Claudio Basso dà la parola a Carlo Lanzanova che presenta la relazione del Consiglio Direttivo, allegata a questo verbale.
 
In particolare relaziona sul consuntivo dell'anno sociale 2007, sull'operato del Consiglio Direttivo e collegio dei Revisori dei Conti, sul numero dei soci dell'associazione, sulle iniziative realizzate, ovvero la mostra fotografica 2007,la mostra fotografica per le scuole, il catalogo della mostra.
 
Prosegue con le attività del Centro, il servizio di segreteria, le presenze al centro, i documenti e fondi pervenuti.
 
Presenta la situazione finanziaria 2007 della gestione straordinaria (iniziative nazionali per il centenario).
 
Presenta infine il bilancio preventivo 2008.
 
Carlo informa che l'archivio nazionale dell'AGESCI verrà trasferito al più presto a Roma per essere informatizzato.
L'AGESCI centrale proporrà il Mario Mazza quale centro raccolta di tutti i documenti, lasciti provenienti dagli scout italiani.
Il 15 marzo Carlo si incontrerà coi responsabili delle tre associazioni per definire il futuro del Centro.
 
Il notiziario è uno strumento che può avere una sua validità, ha articoli di qualità ma gli articoli pubblicati potrebbero essere stampati su altra
rivista. E' diventato molto costoso, in particolare la spedizione anche se di pochi numeri. Propone un numero sperimentale, come da cartellina/raccoglitore, consegnata all'assemblea, che contiene notizie e copie di documenti inediti giacenti presso il centro. Tutto questo anche in funzione dell'eventuale celebrazione del centenario del primo esperimento di scoutismo in Italia a Bagni di Lucca (1910-2010).
 
Si proporranno schede di presentazione di libri:
L'innovazione è la pubblicazione di documenti inediti giacenti presso il Centro Studi sulle origini dello scoutismo italiano.
 
Si appresta quindi a presentare nel dettaglio bilancio preventivo e consuntivo con relazione di uno dei revisori.
 
Al termine l'assemblea prende la parola.
L - suggerisce un maggior coinvolgimento delle associazioni liguri.
Carlo risponde: le associazioni liguri sono abbastanza distaccate dal Centro Studi. Sarebbe opportuno un maggior coinvolgimento.
Sono presenti un buon numero di soci volontari a svolgere un proficuo servizio. Forse i Centro deve farsi conoscere di più.
 
G. Paolo : il centro potrebbe essere più attraente per i ragazzi con un museo.
 
Fra Carletto : Il Centro deve essere sentito dentro le associazioni, deve essere molto aperto all'esterno, è necessario lavorare in rete con opportune capacità e fantasia, il Centro non può essere un magazzino, avvicinare gli enti pubblici che possono valorizzare e finanziare le attività del Mario Mazza, sistema bibliotecario regionale e nazionale, ecc.
 
Fantini: può essere attuato tutto ciò con un'equipe stabile. C'è bisogno di competenze e stabilità di personale.
Agostino: ci sono persone che al Centro stanno lavorando molto, ma mancano alcune competenze, i soldi si possono trovare, anche se con fatica, presentando progetti. Ho la sensazione di vivere in una parrocchietta.
Molto è stato fatto grazie all'aiuto di fra Carletto. Il Centro Mazza va avanti perché ci sono soci liberi.
 
Davide: non conosceva il Centro sino a poco tempo fa , ha notato che c'è tanto lavoro d'ufficio, ma poca visibilità all'esterno.
Mantenendo i volontari attuali, cercare persone nuove che sappiano usare la tecnologia informatica, entrare in rete, ottenere fondi.
Certe competenze si trovano di più in persone giovani. Quindi volontari esperti con mansioni precise. Per ottenere denaro ci vogliono persone esperte, probabilmente un professionista. Dà la propria disponibilità relativa alla sua esperienza. La sede è in un luogo poco visibile, è sacrificata. Necessiterebbe un luogo davanti al quale ci sia un passaggio anche di scout.
 
Dino: il centenario è stato ben preparato ed ha avuto successo ed un seguito. I liguri devono essere più attivi sul territorio sulla ricerca di fondi, sugli interventi presso la scuola e l'università, avvicinare capi e ragazzi.
 
Franco Cimma : l'incontro con le tre associazioni è fondamentale, ci dobbiamo credere, bisogna sostenere i volontari che operano tutti i giorni in sede. Il centenario ci ha dato l'opportunità di uscire all'esterno. Il sito è poco interessante per i pochi contenuti e la presentazione, si sta rinnovando. Il MASCI ligure dà poche informazioni sul Centro Studi Ha però scelto il Centro come sede regionale. Si stanno facendo sacrifici per migliorare il servizio, per allestire il museo.
 
Giovanna: sottolinea l'importanza del Mario Mazza . Coglie come aspetto positivo il fatto che è un luogo in cui le tre associazioni comunicano, lavorano insieme costantemente, tutti i giorni, questo è un grosso punto di forza e valore. Gli aspetti negativi sono già stati illustrati e sono le difficoltà ad avere idee nuove, il tempo, i soldi, l'organizzazione del lavoro.
 
Beppe Onnis: far giungere alle tre associazioni che il centro studi non vuole sopravvivere ma desidera che giungano proposte e vuol fare progetti per tenere il Centro aperto. Cercare quindi risorse per crescere ed investire nel centro e in educazione. Auspica che tutti i capi liguri conoscano il Mario Mazza, coinvolgere le associazioni regionali, pubblicare articoli sulle riviste regionali e nazionali.
 
Davide : propone, per rendere più attivi i rapporti con lo scoutismo locale, di invitare i capi regionali alle assemblee.
Il Centro si deve proporre come strumento di servizio, con attività interessanti, adatte ai ragazzi.
 
Claudio Basso: la base scout di S. Desiderio, che ospita un migliaio di scout ogni anno, anche stranieri, progetterà una o più visite al Mazza. Importante è lavorare in rete. Vede con entusiasmo un intreccio di iscritti ad associazioni diverse, di età e generazioni diverse lavorare insieme.
 
Carlo Lanzanova risponde : i fondi sono giunti da tutte le associazioni e dal FIS. Il prestito che appare in bilancio è stato stanziato dall'AGESCI centrale, verrà saldato quando entreranno i soldi già stanziati dalla regione amministrativa Liguria, non ancora versati nelle nostre casse. Chiarisce l'importanza dell'incontro del 15 marzo con le tre associazioni.
 
Il Mario Mazza vuole intraprendere un percorso di interesse culturale e di formazione, l'informatizzazione di tutti i suoi documenti, ci vogliono i soldi per intraprendere tali attività, un riconoscimento che ci consenta di accogliere tutti i fondi documentari provenienti dagli scout di tutta Italia, tesi e testi di tiratura locale, nazionale, internazionale. La nostra disponibilità a collaborare per il centenario della nascita dello scoutismo in Italia, fornendo il materiale del Centro Studi e le nostre competenze. Ringrazia in particolare Pranzini, presente in aula, cervello di tutto il progetto del centenario. Viene presentato un libro, l'incasso andrà in beneficenza al Centro Studi.
 
Volpato ringrazia Carlo Lanzanova, quale presidente, per il cuore, l'intelligenza e la passione che ci ha messo in questi anni di servizio per la conduzione del centro.
 
L'assemblea approva all'unanimità la relazione del presidente il bilancio consuntivo 2007 e preventivo 2008, la relazione dei revisori, che vengono allegati agli atti. La seduta si chiude non essendoci più nulla da discutere e deliberare alle ore 12,55.
 
Si conclude con un filmato sulla base di monte Bego - Villa dei Giovani.

Torna all'inizio