Regolamento Associativo

Categoria: Statuto, Regolamenti, Direttivo
Pubblicato Martedì, 03 Ottobre 2017 19:48
Scritto da Webmaster
Visite: 2482

ART. 1 SOCI

1.1 Possono entrare a far parte dell’Associazione tutti coloro che ne condividono gli scopi e le finalità e si impegnano ad osservarne lo Statuto e il Regolamento.
1.2 La domanda viene presentata al Consiglio Direttivo sull’apposito modulo
1.3 Il Consiglio Direttivo deve accettare o meno l’iscrizione del nuovo socio entro due mesi dalla presentazione della domanda, dandogliene opportuna comunicazione
1.4 Il socio che decade secondo quanto disposto dallo Statuto cessa nei suoi diritti dal momento in cui il Consiglio Direttivo gli comunica la decadenza.
1.5 Le iniziative e le attività svolte da un Socio in nome dell’Associazione devono essere preventivamente autorizzate dal Direttore sentito il Consiglio
1.6 Qualsiasi spesa sostenuta da un Socio per il Centro se soggetta a richiesta di rimborso deve essere preventivamente autorizzata dal Direttore e successivamente rendicontata in modo adeguato.

ART. 2 ASSEMBLEA

2.1 L'avviso di convocazione dell'Assemblea è inviato ai Soci almeno 30 giorni prima della data fissata, reso pubblico nella sede sociale e deve contenere l'ordine del giorno, nonché l'elenco delle candidature proposte nel caso di assemblea elettiva.
2.2 L'ordine del giorno dell'Assemblea è stabilito dal Consiglio Direttivo.
2.3 Ogni socio non può essere portatore di più di due deleghe rilasciategli da altri soci. Le deleghe, che devono avere forma scritta, sono verificate a cura del Segretario del Direttivo prima dell'inizio della sessione.
2.4 Per l'insieme delle votazioni (Consiglio Direttivo, Probiviri, Revisori dei Conti) è stabilita un'unica scheda di voto, in cui i Candidati vengono divisi a seconda del collegio a cui concorrono e a seconda della loro associazione di provenienza o “liberi”.
2.5 Le associazioni – AGESCI, CNGEI, MASCI – dovranno presentare i loro Candidati, soci del Centro Studi, al Consiglio Direttivo nel numero indicato dallo Statuto almeno 60 giorni prima dell’Assemblea.
2.6 I candidati “liberi”, ovvero che non sono compresi nella quota riservata alle associazioni, possono essere candidati dal Consiglio Direttivo o da almeno 3 Soci. Le candidature “libere” possono essere solo di Soci iscritti dall’anno precedente e devono pervenire al Consiglio Direttivo 60 giorni prima dell’Assemblea.
2.7 Il funzionamento interno dell'Assemblea è disciplinato da un apposito regolamento preparato dal Consiglio Direttivo.

ART. 3 RIUNIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

3.1 Delle riunioni del Consiglio viene redatto a cura del Segretario, controfirmato dal Presidente, un verbale contenente una sintesi dei lavori e le decisioni prese.
3.2 Il verbale viene approvato dal Direttivo nella seduta successiva.
3.3 Ai membri del Consiglio Direttivo, se residenti fuori della zona di Genova, sono rimborsate se richieste, per la sola partecipazione alle riunioni del Consiglio, le spese di viaggio dal luogo di residenza fino a Genova e ritorno. Le pezze giustificative devono essere presentate entro tre mesi su apposito modulo. I rimborsi daranno erogati entro le disponibilità di bilancio.

ART. 4 POTERI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

4.1.1 Autorizza il Presidente a delegare al Direttore e al Tesoriere la facoltà di firma disgiunta per i conti correnti postali e bancari intestati al Centro.
4.1.2 Autorizza il Presidente a sottoscrivere accordi, contratti e impegni di carattere straordinario per conto del Centro.
4.1.3 Decide sull'informazione da dare ai Soci e all'esterno, nomina un responsabile alla comunicazione.
4.1.4 Nomina eventuali responsabili di settori del centro che operano in stretto contatto con il Direttore a cui riferiscono periodicamente.
4.1.5 Autorizza l'esposizione del materiale museale del Centro in mostre ed esposizioni esterne, nonché eventuali cessioni o permute con altri musei scout.
4.1.6 Delibera l'accettazione, a titolo di donazione di archivi personali, locali, regionali, nazionali o internazionali di associazioni od enti scout o comunque aventi scopi collegati al movimento scout o a temetiche educative.
4.2 Il Consiglio Direttivo può invitare alle proprie riunioni Soci o anche persone esterne con particolari
competenze inerenti la trattazione di argomenti all’ordine del giorno
4.3 Il Consiglio Direttivo può invitare all’Assemblea, a sua discrezione, osservatori di associazioni o enti che abbiano depositato presso il Centro fondi documentari di una certa rilevanza e che non siano altrimenti in essa rappresentati.

ART. 5 COMITATO SCIENTIFICO

5.1 Il Comitato Scientifico si riunisce ogni qual volta il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno.
5.2 Esso è convocato e presieduto dal Presidente del Centro o, per sua delega, dal Direttore.
5.3 La convocazione delle riunioni del Comitato Scientifico deve pervenire ai suoi componenti almeno un mese prima della riunione.
5.4 La convocazione contiene l'ordine del giorno proposto dal Presidente per la riunione ed è corredata da eventuale documentazione.
5.5 Delle riunioni del Comitato viene redatto un verbale contenente una sintesi dei lavori e i pareri, proposte o raccomandazioni adottati.
5.6 Il Comitato Scientifico esprime pareri, se richiesti dal Consiglio Direttivo, nei seguenti campi specifici:
5.6.1 Modalità di catalogazione, conservazione e funzionamento dell'archivio, della biblioteca, della
emeroteca e del museo.
5.6.2 Rapporti con analoghi centri od istituzioni in Italia e all'estero.
5.6.3 Particolari progetti su cui è richiesto un apposito approfondimento.
5.7 Il Comitato può essere investito del compito di valutare i lavori concorrenti ad eventuali premi istituiti dal Centro e di assegnare i premi stessi.
5.8 Il Comitato può essere destinatario di progetti ideati dal Consiglio Direttivo e coadiuvare alla realizzazione di particolari attività.

ART. 6 IL DIRETTORE

6.1 Il Direttore:
6.1.1 Risponde al Consiglio Direttivo dell'attuazione concreta delle decisioni prese dal Consiglio stesso.
6.1.2 Propone al Consiglio Direttivo eventuali nominativi atti a ricoprire incarichi per progetti o funzioni del centro.
6.1.3 Cura la presentazione del Centro in occasione di assemblee, congressi o incontri esterni, in assenza del Presidente
6.2 Il Direttore risiede preferibilmente nella zona di Genova.

ART. 7 IL TESORIERE

7.1 Il Tesoriere:
7.1.1 Propone e contribuisce ad attuare le iniziative di finanziamento ed autofinanziamento del Centro.
7.1.2 Riscuote le entrate e provvede al pagamento delle spese del Centro; assegna e controlla il fondo delle piccole spese correnti.
7.1.3 Tiene i registri contabili e la documentazione relativa.
7.1.4 Predispone e sottopone al Consiglio Direttivo entro febbraio i bilanci preventivo, consuntivo nonché lo stato patrimoniale per la successiva approvazione dell’Assemblea.
7.1.5 D’intesa col Presidente e col Direttore provvede alla gestione dei fondi del Centro.
7.1.6 Riferisce periodicamente al Consiglio Direttivo sull'andamento della gestione.

ART. 8 IL SEGRETARIO

8.1 Il Segretario:
8.1.1 E’ responsabile dell'attività di segreteria e, con il Direttore, dei dipendenti.
8.1.2 Sorveglia l'attività corrente di inventario della documentazione scout e relativa catalogazione.
8.1.3 Redige, per l'approvazione del Presidente, i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo e del Comitato Scientifico;
8.1.4 Verifica la buona conservazione dei locali, nonché collabora con il Tesoriere per mantenere aggiornato l’inventario dei beni mobili del Centro;
8.1.5 Organizza la segreteria dei Soci dell'Associazione.

ART. 9 NORME AMMINISTRATIVE E CONTABILI

9.1 Ogni operazione finanziaria è disposta con firme disgiunte del Presidente, del Direttore e del Tesoriere.
9.2 Per gli altri adempimenti amministrativi e contabili si fa riferimento alla disciplina vigente.

ART. 10 REGOLAMENTI

10.1 Il Consiglio Direttivo può adottare regolamenti di settore per organizzare meglio la vita del Centro e la sua fruibilità
10.2 Il presente regolamento può essere modificato dal Consiglio Direttivo in una riunione con espressamente messo all’ordine del giorno questo punto
10.3 Tutti i regolamenti del centro devono essere resi pubblici, almeno sul sito del Centro.

Approvato nella seduta del consiglio direttivo del 3 ottobre 2017.